Back

Lean Canvas: cos’è e come usarlo per la tua Startup

Il Lean Canvas è uno strumento di pianificazione strategica che permette alle startup di delineare e sviluppare i modelli di business in modo rapido ed efficace. Adattato dal Business Model Canvas di Alexander Osterwalder per le esigenze specifiche delle startup, il Lean Canvas si concentra sugli aspetti più critici per le imprese nascenti, come la definizione dei problemi, le soluzioni, i segmenti di clientela, e i canali di distribuzione. Questo strumento è diventato essenziale per gli imprenditori che vogliono testare le loro idee di business senza impegnarsi in lunghi cicli di sviluppo.

Il Lean Canvas è stato ideato da Ash Maurya come una rivisitazione del tradizionale Business Model Canvas. È stato progettato per essere più adatto alle startup, focalizzandosi su problemi, soluzioni, metriche chiave, e vantaggi competitivi unici – elementi cruciali per le imprese che operano in mercati veloci e incerti.

Qual è la differenza tra Lean Startup Canvas e Business Model Canvas?

Sebbene entrambi gli strumenti siano utilizzati per la pianificazione del business, il Lean Startup Canvas è specificamente adatto alle startup e si concentra più strettamente sui rischi e le incertezze tipiche delle nuove imprese. Differisce dal Business Model Canvas principalmente per l’inclusione del campo “Problemi” e la maggiore enfasi sui fattori di rischio e sulle metriche chiave, elementi cruciali per le startup in fase iniziale.

Per approfondire, leggi l’articolo dedicato su cos’è il Business Model Canvas e come compilarlo.

lean canvas
Ventive offre consulenza, mentorship e networking per Startup: inizia ora il tuo viaggio verso il successo

3 Esempi Pratici di Lean Model Canvas applicati a diversi Settori

Il Lean Canvas è uno strumento versatile che può essere adattato a diversi settori industriali e tipi di business. Questa flessibilità lo rende un asset prezioso per startup di ogni genere, permettendo agli imprenditori di visualizzare e pianificare efficacemente i loro modelli di business.
Applicazione AI

In un contesto tecnologico, il Lean Canvas può enfatizzare elementi come l’innovazione tecnologica (Vantaggio Competitivo) e le partnership strategiche (Canali).

Le startup tecnologiche potrebbero concentrarsi particolarmente sui Flussi di Ricavo derivanti da abbonamenti software o vendite di licenze.

Una startup che sviluppa soluzioni AI per il riconoscimento vocale potrebbe identificare come problemi chiave la difficoltà delle interfacce utente tradizionali e come soluzione l’integrazione della propria tecnologia in dispositivi smart. I canali principali potrebbero includere partnership con produttori di hardware e piattaforme software.

Settore Sanitario

Per le startup nel settore sanitario, il Lean Canvas potrebbe focalizzarsi su conformità e regolamenti (Problemi), collaborazioni con istituzioni sanitarie (Canali) e misure di outcome sanitari (Metriche Chiave).

Una startup che offre una piattaforma di telemedicina potrebbe utilizzare il Lean Canvas per mappare le esigenze di accesso remoto ai servizi sanitari (Problema), sviluppare collaborazioni con ospedali e cliniche (Canali), e misurare il tasso.

Settore Retail

Nel retail, il Lean Canvas può concentrarsi su logistica (Problema), esperienza del cliente online e offline (Soluzione), e diversificazione delle fonti di ricavo, come vendite dirette e e-commerce (Flussi di Ricavo).

Un’azienda di abbigliamento sostenibile potrebbe usare il Lean Canvas per identificare la crescente domanda di moda etica (Problema), proporre una linea di prodotti realizzati con materiali riciclati (Soluzione), e utilizzare sia negozi fisici sia una piattaforma e-commerce (Canali) per raggiungere i consumatori consapevoli.

I 9 Elementi del Lean Model Canvas

Il Lean Canvas si articola in nove elementi fondamentali che aiutano a definire e affinare il modello di business di una startup. Ogni elemento contribuisce a una visione completa del progetto imprenditoriale, dall’identificazione del problema alla definizione delle soluzioni e alla strategia di mercato. Ora esploreremo ciascuno di questi elementi con esempi pratici per illustrare come possono essere applicati concretamente.

Lean Model Canvas
ElementoDescrizioneCosa FareEsempio
ProblemiIdentifica il problema che il tuo prodotto/servizio si propone di risolvere. È cruciale definire chiaramente i problemi per assicurarsi che il prodotto sia necessario e abbia un mercato.Elenca i principali problemi che il tuo prodotto o servizio intende risolvere. Concentrati su problemi reali e attuali che interessano il tuo segmento di clientela target.Una App di meditazione potrebbe identificare il problema dell'alta incidenza di stress e ansia nella popolazione urbana moderna.
Segmenti di Clientelachi sono i tuoi clienti ideali. Comprendere il tuo pubblico è fondamentale per personalizzare le tue strategie di marketing e prodotto.Chi sono i tuoi clienti? Definisci i segmenti di mercato che hanno questi problemi e che beneficerebbero maggiormente dalla tua soluzione.Professionisti tra i 30 e i 50 anni che cercano soluzioni per il benessere mentale.
Proposte di ValoreCome il tuo prodotto risolve il problema dei Clienti in modo unico sul mercato.Spiega in modo chiaro e convincente ciò che rende il tuo prodotto unico rispetto alla concorrenza e perché i tuoi clienti dovrebbero sceglierlo.L'app offre sessioni personalizzate basate su umore e obiettivi personali.
SoluzioniLe soluzioni proposte ai problemi identificati. Questo elemento dettaglia le funzionalità specifiche del prodotto.Dettaglia le features che il prodotto offre per risolvere i problemi identificati. Sii pratico e specifico.L'App potrebbe includere funzionalità come tracciamento dell'umore, consigli giornalieri e integrazione con dispositivi wearable per monitorare lo stress.
CanaliDefinisce come il prodotto o servizio sarà portato al mercato e come raggiungerai i tuoi clienti.Elabora come intendi raggiungere i tuoi clienti. Quali canali di marketing e distribuzione utilizzerai?Canali digitali come social media, email marketing, e partnership con blog di wellness.
Flusso di RicaviQuesto elemento descrive come la tua azienda genererà entrate. È fondamentale per la sostenibilità del business.Come guadagnerai? Definisci chiaramente come genererai entrate dal tuo prodotto o servizio.Abbonamenti mensili, vendita di corsi premium e collaborazioni con aziende per il benessere dei dipendenti.
CostiElenco dei costi principali associati allo sviluppo e alla manutenzione del prodotto.Quali sono i costi principali coinvolti nello sviluppo e nel mantenimento del tuo prodotto? Considera costi diretti e indiretti.Costi di sviluppo dell'App, marketing, personale, infrastruttura server.
Metriche ChiaveLe metriche chiave aiutano a misurare il successo del business. Sono indicatori critici della performance del tuo modello di business.Quali metriche userai per misurare il successo del tuo business?Numero di nuovi abbonamenti, tasso di ritenzione degli utenti, e tasso di conversione delle campagne di marketing.
Vantaggio CompetitivoIl vantaggio competitivo indica cosa o perché non può essere facilmente replicato o acquistato da altri.Qual è il tuo vantaggio competitivo? Spiega cosa impedisce agli altri di copiare la tua idea o di competere direttamente con te.Proprietà intellettuale come algoritmi personalizzati di meditazione e partnership esclusive con esperti del settore wellness.

Lead Startup Canvas: quali sono gli errori più comuni e come evitarli

Il Lean Canvas è uno strumento potente per le startup, ma come ogni strumento, il suo uso efficace richiede attenzione e precisione. Vediamo di seguito alcuni degli errori più comuni che le imprese commettono quando utilizzano il Lean Canvas e offriamo consigli pratici per evitarli e ottimizzare l’uso di questo strumento. 

E non dimenticare che Ventive offre consulenza strategica per le Startup!

Errori più frequenti
  • Non Aggiornare il Canvas: Molte startup compilano il Lean Canvas una sola volta e non lo aggiornano più. Il mercato e le condizioni esterne cambiano rapidamente, specialmente nelle fasi iniziali di una startup, rendendo essenziale l’aggiornamento regolare del canvas per riflettere queste dinamiche.

  • Eccessiva Complicazione: Un errore frequente è sovraccaricare il Lean Canvas con troppi dettagli. Questo strumento è progettato per essere snello e focalizzato, quindi è importante mantenere semplicità e chiarezza.

  • Mancanza di Focalizzazione sul Cliente: Alcune startup si concentrano troppo sulle caratteristiche del prodotto piuttosto che sui problemi e sui bisogni dei clienti. È fondamentale che ogni elemento del Lean Canvas sia strettamente legato ai benefici per il cliente.

  • Sottovalutazione dei Concorrenti: Ignorare o sottovalutare i concorrenti nel Lean Canvas può portare a una comprensione incompleta del mercato. È cruciale identificare chiaramente i concorrenti e capire come il tuo prodotto si differenzia.

  • Vaghezza nel Vantaggio Competitivo: Spesso le startup non sono capaci di definire un chiaro vantaggio competitivo, o “unfair advantage”. Questo dovrebbe essere un fattore distintivo che non può essere facilmente replicato.
Consigli Pratici per Evitare Errori
  • Revisione Regolare: Imposta una routine regolare per rivedere e aggiornare il Lean Canvas. Questo può avvenire mensilmente o ogniqualvolta ci siano cambiamenti significativi nel tuo ambiente di business.

  • Semplifica e Prioritizza: Mantieni il focus su ciò che è essenziale. Per ogni sezione del canvas, chiediti: “Questo è il minimo indispensabile che devo sapere?” Elimina tutto ciò che è superfluo.

  • Approfondisci la Ricerca sui Clienti: Dedica tempo e risorse per comprendere i tuoi clienti. Utilizza interviste, sondaggi e feedback per raffinare il tuo understanding e aggiornare il canvas di conseguenza.

  • Analisi Competitiva Approfondita: Sviluppa una comprensione solida di chi sono i tuoi concorrenti e come operano. Utilizza questa informazione per affinare la tua proposta di valore e il tuo vantaggio competitivo.

  • Definisci il Tuo Vantaggio Ingiusto: Rifletti profondamente su cosa rende il tuo business unico. Potrebbe essere un brevetto, una tecnologia proprietaria, partnership esclusive o persino la tua posizione nel mercato.

Strumenti e Risorse Utili per il Lean Canvas

Per sfruttare al meglio il Lean Canvas, è essenziale utilizzare gli strumenti adeguati che facilitano la creazione, la gestione e l’aggiornamento di questo documento vitale. Inoltre, l’accesso a risorse educative appropriate può notevolmente arricchire la comprensione e l’applicazione efficace del Lean Canvas. 

Software e Tool Online per il Lean Canvas
  • Canvanizer: questo strumento online offre un’interfaccia semplice e intuitiva per creare e condividere Lean Canvas. È particolarmente utile per la collaborazione in team, permettendo a più utenti di lavorare sullo stesso canvas in tempo reale.

  • Leanstack: fondato da Ash Maurya, il creatore del Lean Canvas, Leanstack fornisce non solo strumenti per creare e gestire Lean Canvas, ma anche risorse per guidare gli utenti attraverso il processo di sviluppo del modello di business.

  • Strategyzer: offre una piattaforma robusta per la creazione di Lean Canvas e altri tipi di canvas di modello di business. Include funzionalità aggiuntive come la valutazione del canvas e la possibilità di ricevere feedback da esperti.

  • Lucidchart: conosciuto per i suoi diagrammi e flussi di lavoro, Lucidchart offre anche la capacità di creare Lean Canvas. La sua interfaccia drag-and-drop rende facile aggiungere, modificare e organizzare le sezioni del canvas.

  • Community Online: ingaggia attivamente con le community online dove si trova il tuo target di utenti. Piattaforme come Reddit, forum specifici del settore e gruppi LinkedIn possono essere luoghi preziosi per condividere il tuo MVP, raccogliere feedback e costruire una base di utenti iniziale. Essere genuini e offrire valore prima di chiedere qualcosa in cambio è fondamentale per costruire relazioni positive.

  • PR (Public Relations): le relazioni pubbliche possono aumentare significativamente la visibilità del tuo MVP. Considera l’invio di comunicati stampa a blog, giornali e riviste di settore. Ottenere menzioni o recensioni da influencer e leader di pensiero nel tuo mercato può anche accelerare la crescita della tua base di utenti.
Bibliografia
  • “The Lean Startup” di Eric Ries: Questo libro è essenziale per chiunque si interessi di startup e innovazione. Eric Ries descrive il suo approccio di startup snella che incentiva le aziende a capitalizzare l’innovazione continua e a imparare dai propri errori per creare prodotti che le persone realmente vogliono.

  • “Running Lean” di Ash Maurya: Questo libro è una lettura essenziale per chiunque utilizzi il Lean Canvas. Ash Maurya approfondisce come iterare da un’idea a un prodotto che i clienti amano, utilizzando il Lean Canvas come strumento centrale.

  • “Business Model Generation” di Alexander Osterwalder e Yves Pigneur: Sebbene non si concentri esclusivamente sul Lean Canvas, questo libro introduce il Business Model Canvas, che è la base da cui il Lean Canvas è stato derivato. Offre una panoramica comprensiva su come vari elementi di un’azienda si connettano e interagiscano.

  • “Value Proposition Design” di Alexander Osterwalder, Yves Pigneur, Greg Bernarda, e Alan Smith: Questo libro si concentra su come creare prodotti e servizi che i clienti desiderano. È un’ottima risorsa per approfondire la sezione della Proposta di Valore nel tuo Lean Canvas.

  • “Scaling Lean: Mastering the Key Metrics for Startup Growth” di Ash Maurya: In questo seguito di “Running Lean”, Maurya si concentra su come scalare una startup una volta validato il modello di business iniziale con il Lean Canvas. Il libro offre strategie per crescere in modo efficace e sostenibile.

  • “The Startup Owner’s Manual” di Steve Blank e Bob Dorf: Questo libro fornisce un approccio passo-passo alla creazione di una startup di successo. Mentre Steve Blank introduce il concetto di Customer Development, che è complementare alla metodologia Lean Startup, il libro offre utili insight su come testare e affinare il tuo modello di business.