Back

Business Angel Italiani: Cosa Sapere per Attrarre Investitori per la tua Startup

I Business Angel rappresentano una risorsa cruciale per le Startup: per l’ottenimento di finanziamenti, competenze e connessioni strategiche. Questi investitori, solitamente imprenditori o professionisti di successo, non solo apportano capitali necessari, ma offrono anche un sostegno significativo attraverso la loro esperienza e i loro network. Esploreremo tutto ciò che c’è da sapere sui business angel in Italia, rispondendo alle domande più frequenti e fornendo una guida dettagliata su come attrarre questi investitori per la tua startup.

Chi sono i Business Angel e cosa fanno?

I business angel sono individui benestanti che investono il proprio capitale in startup promettenti in cambio di equity. A differenza dei venture capitalist, i business angel agiscono spesso da soli o attraverso network formali e informali, fornendo non solo fondi, ma anche mentorship e consulenza strategica.

Un profilo tipico di un business angel italiano include imprenditori di successo, manager di alto livello e professionisti con una profonda conoscenza del mercato. Molti di questi investitori hanno precedentemente avviato e venduto aziende di successo, e ora desiderano reinvestire i loro guadagni in nuove opportunità.

Oltre al capitale, i business angel apportano un valore aggiunto significativo attraverso le loro competenze e la loro rete di contatti

  • Mentorship: guida strategica e operativa per aiutare le startup a navigare nelle prime fasi critiche di sviluppo.
  • Networking: accesso a una rete di contatti che può includere potenziali clienti, partner e ulteriori investitori.
  • Supporto Strategico: consigli su come migliorare il modello di business, ottimizzare le operazioni e far scalare l’azienda.

I Business Angel in Italia sono sempre di più

Il numero di business angel in Italia è in costante crescita. Secondo le stime più recenti, nel 2023 si contavano più di 1600 business angel attivi nel nostro Paese, con investimenti totali di circa 93,3 milioni di euro in startup nelle fasi iniziali.
Questo rappresenta un incremento significativo rispetto agli anni precedenti, sottolineando un crescente interesse per l’innovazione e l’imprenditorialità nel mercato italiano.

La distribuzione geografica dei business angel mostra una maggiore concentrazione nel Nord Italia, con Lombardia e Piemonte che ospitano la maggior parte di questi investitori. Le città principali come Milano, Torino e Roma sono centri nevralgici dove molti business angel operano e cercano nuove opportunità di investimento.

Il trend di crescita dei business angel in Italia è influenzato da vari fattori, tra cui:

  • Aumento delle startup: la nascita di nuove startup crea una domanda crescente di finanziamenti.
  • Iniziative governative: agevolazioni fiscali e incentivi statali stimolano gli investimenti in startup ed imprese innovative.
  • Espansione dei network: i network degli investitori stanno diventando sempre più strutturati e internazionali, facilitando l’accesso a nuove opportunità di investimento.

Dove trovare i Business Angel?

Reti di Business Angel
Le organizzazioni come Italian Angels for Growth (IAG) e Italian Business Angels Network (IBAN) sono punti di riferimento importanti. IAG, ad esempio, conta oltre 300 soci e offre alle startup non solo capitali, ma anche competenze e networking. Queste reti organizzano regolarmente incontri e eventi di pitch, dove le startup possono presentare le loro idee agli investitori.
Eventi e Pitch Days
Partecipare a eventi di networking e pitch days organizzati da associazioni come IBAN o acceleratori come iStarter può mettere in contatto diretto gli imprenditori con potenziali investitori. Eventi come il Milan Pitch Night e il Rome Startup Week sono occasioni ideali per incontrare business angel e presentare il proprio progetto.
Piattaforme Online
Utilizzare piattaforme online per il crowdfunding e l’investimento angel può essere un’altra via per trovare business angel interessati al tuo progetto. Portali come AngelList, Seedrs e Crowdcube offrono la possibilità di presentare il proprio progetto a una vasta rete di investitori. Queste piattaforme facilitano la connessione tra startup e business angel a livello globale.
Acceleratori e Incubatori
Collaborare con acceleratori e incubatori può offrire alle startup l’accesso a business angel attraverso programmi di mentorship e finanziamento. Organizzazioni quali LUISS EnLabs e H-Farm sono esempi di incubatori che lavorano strettamente con business angel per supportare le startup durante le prime fasi di crescita.
business angel italiani
Ventive tramite offre servizi di Consulenza, Mentorship e Networking per Startup: verifica se hai i requisiti per poterti presentare a nuovi investitori

Differenza tra Business Angel e Venture Capitalist

FattoreAngelVenture
Fasi di InvestimentoTipicamente investono in fase seed o pre-seed, quando la startup è ancora in una fase embrionale e ha bisogno di capitali per sviluppare il prodotto o il servizio.Entrano in gioco nelle fasi di crescita, quando la startup ha già dimostrato il proprio potenziale di mercato e cerca finanziamenti per scalare.
Tipo di SupportoOffrono un supporto più personale e diretto, spesso diventando mentori attivi per le startup.Forniscono capitali più consistenti e hanno strutture formali per monitorare e gestire gli investimenti, ma possono avere un approccio meno personale rispetto ai business angel.
Partecipazione Tendono a prendere partecipazioni minoritarie e non interferiscono pesantemente nella gestione quotidiana dell'azienda.Possono richiedere posizioni nel consiglio di amministrazione e avere un maggiore controllo sulle decisioni strategiche dell'azienda.

Ostacoli comuni incontrati dagli Angel

Uno dei principali ostacoli per i business angel in Italia è rappresentato dalla regolamentazione complessa e dal sistema fiscale oneroso. Le normative italiane possono essere intricate e cambiare frequentemente, rendendo difficile per gli investitori mantenersi aggiornati e conformi. Inoltre, il carico fiscale sui guadagni da investimento può ridurre significativamente i ritorni, rendendo l’investimento in startup meno attraente rispetto ad altre forme di investimento.

Un altro problema è l’accesso limitato alle informazioni. Spesso, i business angel faticano a ottenere informazioni dettagliate e affidabili sulle startup in cui desiderano investire. Questo può includere dati finanziari, piani aziendali e analisi di mercato. Senza queste informazioni, è difficile valutare accuratamente il potenziale di una startup e prendere decisioni informate.

Il rischio di investimento è sempre presente quando si investe in startup. Con un tasso di fallimento elevato, i business angel devono essere preparati a perdere il capitale investito. Questo rischio è accentuato dalla natura volatile delle startup, che possono essere fortemente influenzate da cambiamenti nel mercato, nella tecnologia e nella concorrenza.

Futuro dell'Angel Investing in Italia

Il futuro dell’angel investing in Italia appare comunque promettente. La crescente attenzione verso l’innovazione e l’imprenditorialità, combinata con il supporto governativo e l’espansione delle reti di business angel, suggerisce che il numero di investitori e le opportunità di investimento continueranno ad aumentare.

Un trend emergente è l’attenzione agli investimenti ad impatto sociale e ambientale. Sempre più business angel sono interessati a sostenere startup che mirano non solo al profitto, ma anche a generare un impatto positivo sulla società e sull’ambiente. 

Questo tipo di investimento non solo risponde a una crescente domanda di sostenibilità, ma può anche rappresentare un’opportunità di mercato significativa, con un aumento dell’interesse da parte dei consumatori e delle istituzioni.

Tassazione e agevolazioni per i Business Angel

Gli investimenti dei business angel in Italia possono beneficiare di diverse agevolazioni fiscali. Questi incentivi sono stati progettati per promuovere l’innovazione e sostenere le startup nelle loro fasi iniziali di sviluppo. 

Detrazioni Fiscali

Uno dei principali incentivi per i business angel è la possibilità di detrarre una parte dell’investimento dalle imposte sui redditi. Attualmente, la legge italiana prevede che gli investimenti in startup innovative possano beneficiare di una detrazione fiscale del 30% sull’IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche). Questo significa che, se un business angel investe 100.000 euro in una startup, può detrarre 30.000 euro dalle sue imposte.

Agevolazioni per Investimenti in PMI Innovative

Oltre alle startup, anche le PMI innovative possono beneficiare di agevolazioni fiscali. Gli investitori in PMI innovative possono ottenere una detrazione del 30% per investimenti fino a 1 milione di euro. Questa misura è particolarmente utile per incentivare investimenti in aziende già avviate ma che necessitano di capitali per innovare e crescere.

Normative Specifiche per i Business Angel

Le normative italiane includono anche altre agevolazioni specifiche per i business angel. Ad esempio, gli investimenti possono essere esenti dall’imposta di registro, ipotecaria e catastale, riducendo ulteriormente il carico fiscale per gli investitori. Inoltre, esistono strumenti finanziari dedicati che permettono ai business angel di diversificare il rischio e massimizzare i ritorni sugli investimenti.

Le Associazioni di Business Angel in Italia

Le associazioni di business angel giocano un ruolo fondamentale nel connettere gli investitori con le startup e nel fornire supporto e risorse per entrambe le parti. Di seguito alcune delle principali associazioni di business angel in Italia:

  • Italian Angels for Growth (IAG)

    Una delle più grandi reti di business angel in Italia, IAG conta oltre 300 membri che investono collettivamente in startup innovative. IAG offre anche programmi di mentorship e formazione per imprenditori e investitori.

  • Italian Business Angels Network (IBAN)

    IBAN è un’associazione che rappresenta e supporta i business angel italiani. Organizza eventi di networking, workshop e pitch days per facilitare l’incontro tra startup e investitori.

  • Club degli Investitori

    Un network di business angel con sede a Torino, il Club degli Investitori ha investito in numerose startup di successo. Il club offre anche supporto strategico e operativo alle aziende del suo portafoglio.

  • Angels4Impact

    Questa associazione si concentra su investimenti in startup ad alto impatto sociale e ambientale. Angels4Impact supporta progetti innovativi che mirano a generare un cambiamento positivo nella società.

  • iStarter

    iStarter è un acceleratore di startup con una forte rete di business angel. Offre programmi di accelerazione e accesso a investitori internazionali, aiutando le startup italiane a crescere e scalare globalmente.

  • Pro.BAN

    Pro.BAN è un’associazione di business angel che promuove l’innovazione attraverso investimenti in startup tecnologiche. Organizza eventi e incontri per facilitare il networking e l’accesso a capitali per le nuove imprese.

  • Business Angels Network (BAN)

    BAN è una rete di business angel che opera in tutta Italia, fornendo supporto finanziario e strategico alle startup. L’associazione offre anche servizi di formazione e consulenza per gli investitori.

Ventive Club Deal è uno dei più grandi network di investitori e Business Angel in Italia: oltre a offrire servizi di consulenza specifici per far crescere le Startup, Ventive promuove la conoscenza reciproca tra imprese e rete di investor.

Un Club di oltre 180 Investitori

Ventive Club Deal

Ventive riserva ai progetti di business con le migliori potenzialità una opportunità unica di crescita

Il Ventive Club Deal ha l’obiettivo di mettere in contatto startup e investitori strategici e di capitale, per investire su startup promettenti e poter dare loro il contributo necessari per scalare rapidamente.